Le officine della ristorazione

tavola_rotonda-300x212-300x212



Fai la scelta giusta ! Cambia marcia per fare la differenza ! Ma soprattutto…. allenati a farlo!

A partire da Novembre 2016 , 6 formatori  selezionati da A tavola con lo chef , vestiranno i panni di personal coach allenando 8  professionisti del settore ristorazione , ad analizzare lo scenario attuale della loro attività ristorativa  aiutandoli ad immaginare e a costruire  nuovi scenari di sviluppo del loro business..

Il format ,pensato in 6 tavole rotonde su cui  si alterneranno alla guida del team di lavoro i coach della scuola , prevede un confronto continuo e interattivo allo scopo di allenare 

  • la  capacità di innovare e intercettare velocemente i cambiamenti del  mercato, progettando  e costruendo  soluzioni ad hoc per la  attività dei partecipanti
  • la  capacità di creare valore dall’esperienza del cliente nel  locale, analizzando soluzioni migliorative legate alle linee, all’accoglienza, alla gestione delle risorse
  • la  capacità di affrontare il tema del controllo di gestione  e controllo dei costi, le ricadute organizzative su sala e cucina, la gestione del personale, ripensando l’organizzazione dei flussi di lavoro, grazie anche  alla nuova piattaforma realizzata in partnership con Octopus Restaurant System e  A Tavola Con Lo Chef.
  • La  capacità di presentare soluzioni e piatti innovativi, in un pitch finale di 36′, allenando  la capacità di sintesi, le  abilità tecniche personali , le modalità di presentazione delle singole soluzioni, l’ empatia e la  capacità di racconto .

 

 

 

 

 

Marketing : l’evoluzione delle scuole di cucina

Dire che il mercato delle ” scuole di cucina” sia oramai da considerare  maturo non mi sembra un’eufemismo , anche perchè  la continua aperture di scuole di vario livello  lo  ha di fatto frammentato , costringendo i player di settore  a ripensare il modello di business legato a questo mondo , attivando  nuove strategie , cercando di penetrare nuovi  mercati, aumentando le connessioni con il mondo del food e cercando di stabilire maggiori link con il mondo professionale.

mela

In questo nuovo scenario bisognerà dotarsi di strumenti commerciali sempre più orientati al cliente ,di venditori di servizi che operino direttamente sul mercato,attivando quanti  più  link possibili in funzione dei target di clientela e dei livelli mensili/ trimestrale di vendita  derivanti da una accurata pianificazione didattica / finanziaria/ commerciale  legata al ciclo produttivo annuale .Pur conservando come da vocabolario le caratteristiche  di” Istituzione sociale, pubblica o privata, preposta all’istruzione, quale trasmissione del patrimonio di conoscenze proprio della cultura d’appartenenza, o alla trasmissione di una formazione specifica in una determinata disciplina, arte, tecnica, professione, mediante un’attività didattica organizzata secondo regole condivise “la continua evoluzione del mondo del food e i continui spostamenti dell’offerta del comparto sulla base delle  evoluzioni tecnologiche , di prodotto,dei gusti dei consumatori,per non parlare di quelle legislative che costringono a continui adattamenti, rendono il prodotto scuola di cucina un prodotto che non può più rimanere legato a schemi formativi standardizzati  che  dovrà sempre di più essere un” aggregatore di servizi e funzioni “fungendo da elemento di giunzione tra  domanda formativa /servizio erogato (sempre più attento e  aggiornato a quello che accade sul mercato per i motivi precedentemente indicati) e mondo professionale  il quale ha la necessità di attingere “personale qualificato e certificato” ma allo stesso tempo ha la necessità di aggiornamenti continui ,troppo spesso sottovalutati dagli stessi operatori , che oggi e nei prossimi anni dovranno tenere sempre più in considerazione aspetti significativi legati all’accoglienza , al marketing , alla gestione ,alla comunicazione , alla gestione del personale , banalmente al food cost , al prodotto, alla velocità e all’ottimizzazione dei flussi produttivi , giusto per citarne alcuni ,che di fatto stanno rendendo sempre più complesso questo mondo già di per sè complicato.E’ su questi aspetti che si giocherà la partita nei prossimi anni in cui bisognerà tenere conto che il mercato se ha un problema ha bisogno di risolverlo subito , e se c’è un luogo fisico ,una biosfera  in cui molte se non tutte le  domande che pone ,possono trovare soluzioni in tempi rapidi e con qualità professionale allora lì,andrà a scegliere .A Tavola Con Lo Chef

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Focus : Ripartire dalle Risorse

Il tema delle risorse umane è sempre un elemento “caldo” soprattutto se affrontato in questa  ” pausa estiva ” .E ‘ importante rispetto a temi di recruiting  mirato e qualificato, è importante rispetto a temi  strettamente legati alle reti vendita , è importante in generale per la sopravvivenza dell’azienda stessa in un ambiente complesso come quello attuale .

Abbiamo già toccato questi temi nell’ambito del settore della ristorazione ricordando quanto strategica sia la sala come elemento di vendita nel rapporto con il cliente , così come il clima aziendale e lo stile di gestione ,la valutazione delle attitudini del personale e la loro gestione ,così come  la capacità di creare un clima di crescita e formazione costante di tutto il team ,un investimento che se gestito in modo corretto  ha ricadute positive in termini di produttività per unità lavoro con il conseguente aumento dei margini di contribuzione all’utile aziendale da parte di ciascuna risorsa coinvolta in questi processi .

Va da sè che alcune considerazioni legate alla struttura delle PMI italiane vadano effettuate rispetto a questo argomento , soprattutto in questo momento storico in cui le PMI ” sopravvissute” devono fare i conti non solo con la “stanchezza” dovuta alla gestione  in emergenza della lunga turbativa di mercato che le vede coinvolte , ma anche con la necessità di formulare strategie vincenti per ridare slancio al proprio Bu aziendale  bilanciando  vincoli strutturali ,economici,gestionali ,organizzativi  che spesso frenano decisioni e operatività .

Da dove ripartire ? Se teniamo conto che la maggior parte delle Pmi strutturalmente  sono ancora a gestione familiare facilitare i processi decisionali e le strategie di impresa di medio ,breve periodo , impone  soluzioni in cui  l’imprenditore debba riflettere su alcuni temi chiave che sono legati al  cambiamento e alla capacità di  ogni singola risorsa di potere rispondere in modo adeguato alle nuove sfide che l’impresa andrà ad affrontare sul mercato.

La capacità e il coraggio di mettersi in discussione   e coinvolgere in tale processo di revisione interna i propri collaboratori , significa per l’imprenditore, porre le basi per inserire ogni pedina  nella giusta collocazione e preparare una scacchiera  funzionale e propedeutica per  affrontare in modo corretto le sfide che il ” nuovo mercato ” post crisi propone e proporrà.

Voi cosa ne dite?nuove

Non stare a guardare seminare per produrre cambiamenti vincenti !

Food Coaching ,per una volta parliamo di noi.

Food Coaching ,per una volta parliamo di noi..

Marketing della Ristorazione Programma …” piedi per terra , testa nel cielo “

Marketing della Ristorazione Programma …" piedi per terra , testa nel cielo ".

Marketing della Ristorazione Programma …” piedi per terra , testa nel cielo “

jootix.ir--2248951428 Ecco il programma completo del corso di Marketing della Ristorazione : http://atavolaconlochef.it/it/corsi/corsi-master/marketing

16906_10152904337934457_4701979791432339504_n (1)
Iside De Cesare

Analisi deI mercato della Ristorazione Il mercato della ristorazione L’evoluzione del mercato e le nuove forme di ristorazione L’esperienza del cliente nel mondo della ristorazione , cenni di teatralizzazione del food, dalla Gdo alla teatralizzazione dei ristoranti commerciali Visione della struttura organizzativa del ristorante rispetto all’esperienza ,analisi e progettazione L’evoluzione dei ristoranti commerciali schede di analisi e progettazione : Bistronomia Lo Street Food come elemento di diversificazione e Marketing mobile Gastronomia Gourmet e Ristorazione Il Fish Market Il Meat Market Il Social Eating Focus on air Le attività di progettazione Dalla definizione dell’idea al prezzo La comunicazione e la fidelizzazione del cliente Il mercato della ristorazione e internet Web 2.0 , Mobile , App. dedicate al settore della ristorazione Le logiche del menù Menù come strumento di marketing Menù progettazione e grafica nel rispetto della promessa del locale Menù e corretto posizionamento dell’offerta Menù e applicazione della nuova normativa sugli allergeni Il menù e il food cost La spesa simulata Food cost ricettario Food cost consuntivo Normativa e Progettazione Le regole e la normativa di progettazione e ottimizzazione degli spazi Distribuzione degli spazi (location e lay out) La comunicazione dei reparti L’ottimizzazione della comunicazione La sala come elemento strategico di vendita e accoglienza La comunicazione con il cliente Focus Specialistico I contratti del lavoro nell’ottica del contenimento dei costi fissi Analisi dei principali strumenti contrattuali Aggiornamento normativo sui contratti di lavoro legati al Jobs Act. Con : Andrea Verzola  Marketing Branding & Communication Consultant ; Andrea Giujusa  Tecnico della prevenzione dell’ambiente e nei luoghi di lavoro ; Alessandro Moretti     F&B Manager Sheraton  Golf – Roma ; Patrizia Freggi Formazione ,comunicazione ,immagine, role play, per il personale di sala ;William Ventura  Formatore dei servizi di sala ;Vittoria Mezzina  Esperta di diritto del lavoro e diritto sindacale

Fare veramente Business in Ristorazione…. Ecco come! Marketing della Ristorazione e non solo….

Posted by A Tavola con lo Chef on Mercoledì 19 agosto 2015

Il cliente ,la rete , il centro

partenza

Chi mastica questi argomenti sa perfettamente che uno degli slogan di “moda” di molti gruppi, è , ed è stato , quello di mettere il cliente al centro dei modelli di sviluppo aziendale.

Su questo tema si sono sviluppati una serie di modelli che hanno coinvolto l’attività di pre sales e post sales, che hanno portato la rete ad usufruire di sistemi di crm avanzati in cui, le richieste del cliente nella fase del post vendita, vengono gestite quasi in tempo reale così come le info in fase di pre sales che vengono direttamente erogate sui supporti a disposizione della rete .

Forse , anche troppe informazioni, soprattutto in un momento in cui il mercato richiede alla rete frequenze elevate , più passaggi sullo stesso cliente ,a scapito della qualità della vendita /tempo , del numero di clienti da visitare e nel contempo una ulteriore evoluzione professionale dell’agente non sempre perfettamente gestita o accompagnata  da processi formativi adeguati.

Anche il sistema di pianificazione individuale degli agenti erogato dalla casa madre può avere il suo peso nelle performance individuali e di gruppo soprattutto in modelli in cui la segmentazione dei clienti /potenziali è particolarmente sofisticata o in cui le performance di quarter possano essere in qualche modo vincolanti per il quarter successivo.

Tematiche di budget ,numeri ,fatturati ,formazione e motivazione degli agenti in funzione del mercato/prodotto sono strettamente legate e connesse tra loro , e il fine tuning necessario per mantenere equilibri a volte delicatissimi , deve guardare sempre di più a temi di innovazione e di valore aggiunto che diano concreti ritorni sul PV facendo sentire il cliente effettivamente al centro dei progetti aziendali e i componenti della rete attori primari del ruolo che interpretano nella vita aziendale del singolo cliente.(fidelizzazione alla casa madre ,senso di appartenenza …,valori indotti che vengono consolidati ..presa di coscienza del valore di uno o più servizi..)

Corso introduttivo di “coaching” per aspiranti chef professionisti

Corso introduttivo di "coaching" per aspiranti chef professionisti.