Focus : Ripartire dalle Risorse Umane

Focus : Ripartire dalle Risorse Umane.

Focus : Ripartire dalle Risorse

Il tema delle risorse umane è sempre un elemento “caldo” soprattutto se affrontato in questa  ” pausa estiva ” .E ‘ importante rispetto a temi di recruiting  mirato e qualificato, è importante rispetto a temi  strettamente legati alle reti vendita , è importante in generale per la sopravvivenza dell’azienda stessa in un ambiente complesso come quello attuale .

Abbiamo già toccato questi temi nell’ambito del settore della ristorazione ricordando quanto strategica sia la sala come elemento di vendita nel rapporto con il cliente , così come il clima aziendale e lo stile di gestione ,la valutazione delle attitudini del personale e la loro gestione ,così come  la capacità di creare un clima di crescita e formazione costante di tutto il team ,un investimento che se gestito in modo corretto  ha ricadute positive in termini di produttività per unità lavoro con il conseguente aumento dei margini di contribuzione all’utile aziendale da parte di ciascuna risorsa coinvolta in questi processi .

Va da sè che alcune considerazioni legate alla struttura delle PMI italiane vadano effettuate rispetto a questo argomento , soprattutto in questo momento storico in cui le PMI ” sopravvissute” devono fare i conti non solo con la “stanchezza” dovuta alla gestione  in emergenza della lunga turbativa di mercato che le vede coinvolte , ma anche con la necessità di formulare strategie vincenti per ridare slancio al proprio Bu aziendale  bilanciando  vincoli strutturali ,economici,gestionali ,organizzativi  che spesso frenano decisioni e operatività .

Da dove ripartire ? Se teniamo conto che la maggior parte delle Pmi strutturalmente  sono ancora a gestione familiare facilitare i processi decisionali e le strategie di impresa di medio ,breve periodo , impone  soluzioni in cui  l’imprenditore debba riflettere su alcuni temi chiave che sono legati al  cambiamento e alla capacità di  ogni singola risorsa di potere rispondere in modo adeguato alle nuove sfide che l’impresa andrà ad affrontare sul mercato.

La capacità e il coraggio di mettersi in discussione   e coinvolgere in tale processo di revisione interna i propri collaboratori , significa per l’imprenditore, porre le basi per inserire ogni pedina  nella giusta collocazione e preparare una scacchiera  funzionale e propedeutica per  affrontare in modo corretto le sfide che il ” nuovo mercato ” post crisi propone e proporrà.

Voi cosa ne dite?nuove

Non stare a guardare seminare per produrre cambiamenti vincenti !

Food Coaching ,per una volta parliamo di noi.

Food Coaching ,per una volta parliamo di noi..

Marketing della Ristorazione Programma …” piedi per terra , testa nel cielo “

Marketing della Ristorazione Programma …" piedi per terra , testa nel cielo ".

La didattica delle competenze trasversali ,per aumentare l’efficacia della trasmissione delle informazioni .Parte Prima.

Il libero scambio delle informazioni e delle idee  gioca un ruolo centrale nell’ambito di un approccio didattico che mette sempre di più al centro l’alunno , le sue competenze ,all’interno del gioco del processo formativo .

Questo tema , è una discriminante ormai strategica se si analizzano i profili degli utenti che  frequentano corsi di formazione o specializzazione professionale , nella maggior parte dei casi provenienti da esperienze variegate e da percorsi formativi altrettanto diversi .

Insoddisfazione ,spinta al cambiamento, passioni inespresse sono accompagnate da competenze trasversali che spaziano dalla comunicazione ,alla grafica ,all’antropologia ,a studi classici  o tecnici  ,il mix di questi elementi ,uniti nella maggior parte dei casi ad una forte determinazione ( spinta al cambiamento ) , impongono una riflessione sulle metodologie di approccio ad un pubblico così particolare , che ha la necessità di trovare all’interno delle aule di docenza non solo elementi di conoscenza ma in qualche modo di legare ,ciò che sa già fare con quello che sta per imparare a fare .

Da qui la necessità di riprogettare i corsi di formazione   considerando  lo spazio formativo come un  open space in cui la libera circolazione delle idee la condivisione di competenze , la condivisione del sapere, sono tutte sulle stesso piano e tutti elementi della stessa scacchiera.:  “Siamo tutti Giocatori e tutti insieme Giochiamo”

Anche se è rilevante lo scopo finale del processo formativo ad es : “fornire  strumenti di marketing per il settore ristorativo ” la partenza di questo processo didattico riguarda sempre l’analisi individuale e psicologica degli allievi al fine di individuarne i punti di forza e debolezza , diventando in una seconda fase  un processo condiviso e discusso anche con gli altri componenti del gruppo di lavoro .

Questa analisi “collettiva ” fà da collante al gruppo di lavoro ,che  mettendo a nudo  le proprie forze e debolezze prende coscienza di se  diventando di fatto squadra.(complicità,trasparenza ,aiuto collettivo,confronto….) mettendo in condizione il  formatore di essere trasparente (non in primo piano o unico interprete del gioco ) e di pilotare la classe con maggiore facilità appoggiandosi agli strumenti di formazione che sono solo da stimolo alla squadra e allo scambio collettivo delle informazioni utili per il raggiungimento dell’ obj finale del corso .

granelli

Marketing della Ristorazione Programma …” piedi per terra , testa nel cielo “

jootix.ir--2248951428 Ecco il programma completo del corso di Marketing della Ristorazione : http://atavolaconlochef.it/it/corsi/corsi-master/marketing

16906_10152904337934457_4701979791432339504_n (1)
Iside De Cesare

Analisi deI mercato della Ristorazione Il mercato della ristorazione L’evoluzione del mercato e le nuove forme di ristorazione L’esperienza del cliente nel mondo della ristorazione , cenni di teatralizzazione del food, dalla Gdo alla teatralizzazione dei ristoranti commerciali Visione della struttura organizzativa del ristorante rispetto all’esperienza ,analisi e progettazione L’evoluzione dei ristoranti commerciali schede di analisi e progettazione : Bistronomia Lo Street Food come elemento di diversificazione e Marketing mobile Gastronomia Gourmet e Ristorazione Il Fish Market Il Meat Market Il Social Eating Focus on air Le attività di progettazione Dalla definizione dell’idea al prezzo La comunicazione e la fidelizzazione del cliente Il mercato della ristorazione e internet Web 2.0 , Mobile , App. dedicate al settore della ristorazione Le logiche del menù Menù come strumento di marketing Menù progettazione e grafica nel rispetto della promessa del locale Menù e corretto posizionamento dell’offerta Menù e applicazione della nuova normativa sugli allergeni Il menù e il food cost La spesa simulata Food cost ricettario Food cost consuntivo Normativa e Progettazione Le regole e la normativa di progettazione e ottimizzazione degli spazi Distribuzione degli spazi (location e lay out) La comunicazione dei reparti L’ottimizzazione della comunicazione La sala come elemento strategico di vendita e accoglienza La comunicazione con il cliente Focus Specialistico I contratti del lavoro nell’ottica del contenimento dei costi fissi Analisi dei principali strumenti contrattuali Aggiornamento normativo sui contratti di lavoro legati al Jobs Act. Con : Andrea Verzola  Marketing Branding & Communication Consultant ; Andrea Giujusa  Tecnico della prevenzione dell’ambiente e nei luoghi di lavoro ; Alessandro Moretti     F&B Manager Sheraton  Golf – Roma ; Patrizia Freggi Formazione ,comunicazione ,immagine, role play, per il personale di sala ;William Ventura  Formatore dei servizi di sala ;Vittoria Mezzina  Esperta di diritto del lavoro e diritto sindacale

Fare veramente Business in Ristorazione…. Ecco come! Marketing della Ristorazione e non solo….

Posted by A Tavola con lo Chef on Mercoledì 19 agosto 2015

Il cliente ,la rete , il centro

partenza

Chi mastica questi argomenti sa perfettamente che uno degli slogan di “moda” di molti gruppi, è , ed è stato , quello di mettere il cliente al centro dei modelli di sviluppo aziendale.

Su questo tema si sono sviluppati una serie di modelli che hanno coinvolto l’attività di pre sales e post sales, che hanno portato la rete ad usufruire di sistemi di crm avanzati in cui, le richieste del cliente nella fase del post vendita, vengono gestite quasi in tempo reale così come le info in fase di pre sales che vengono direttamente erogate sui supporti a disposizione della rete .

Forse , anche troppe informazioni, soprattutto in un momento in cui il mercato richiede alla rete frequenze elevate , più passaggi sullo stesso cliente ,a scapito della qualità della vendita /tempo , del numero di clienti da visitare e nel contempo una ulteriore evoluzione professionale dell’agente non sempre perfettamente gestita o accompagnata  da processi formativi adeguati.

Anche il sistema di pianificazione individuale degli agenti erogato dalla casa madre può avere il suo peso nelle performance individuali e di gruppo soprattutto in modelli in cui la segmentazione dei clienti /potenziali è particolarmente sofisticata o in cui le performance di quarter possano essere in qualche modo vincolanti per il quarter successivo.

Tematiche di budget ,numeri ,fatturati ,formazione e motivazione degli agenti in funzione del mercato/prodotto sono strettamente legate e connesse tra loro , e il fine tuning necessario per mantenere equilibri a volte delicatissimi , deve guardare sempre di più a temi di innovazione e di valore aggiunto che diano concreti ritorni sul PV facendo sentire il cliente effettivamente al centro dei progetti aziendali e i componenti della rete attori primari del ruolo che interpretano nella vita aziendale del singolo cliente.(fidelizzazione alla casa madre ,senso di appartenenza …,valori indotti che vengono consolidati ..presa di coscienza del valore di uno o più servizi..)

Caro “…..” ti consiglio non raccomando ….

Iniziava così una lettera di presentazione per il sottoscritto scritta da un uomo di vecchio stampo per metter in luce le qualità di un suo nipote .Ne riprendo l’inizio a seguire il contenuto :

Carissimo Amico, ti consiglio ,non raccomando ,

gli appuntamenti che seguono che  sono dedicati a tutti i professionisti del settore cucina.

Ex allievi ed operatori del settore già in attività hanno l’opportunità, con questi corsi, di incrementare le proprie conoscenze e specializzarsi in settori innovativi e sempre più attuali!

LA CUCINA TECNOLOGICA – Chef Marco De Vita

La cucina Tecnologica: i Tools, le tecniche e le ricette applicate ai nuovi stili di consumo del cibo e al mondo della Banchettistica.

Il corso prepara il professionista al corretto uso delle “macchine” da cucina che verranno utilizzate durante le lezioni. Lega, la funzionalità delle macchine, i sistemi di lavorazione, le tecniche di cottura a stili di vita e consumo del cibo attuali (cucina salutista, vegetariana, vegana) e sperimentali (cucina molecolare).

Approfondisce l’utilizzo dei sistemi di cottura, conservazione, trasformazione dei prodotti per la Ristorazione la Banchettistica e il mondo del Catering.

COOK AN CHILL, COOK AN HOLD – CUCINA SALUTISTA – CUCINA VEGETARIANA – CUCINA MOLECOLARE – FORMAGGI

19 gennaio 2014 – lunedì e martedì – 9,00-16,00 – 12 lezioni – Via della Pineta Sacchetti, 263

http://www.atavolaconlochef.it/…/corsi-pr…/cucina/tecnologia

LINEA SPECIALE PESCE – Chef Antonio Chiappini, Chef Francesco Fichera

Il corso propone un percorso di approfondimento che partendo dalle basi tecniche tradizionali e innovative, reinterpreta e attualizza antichi sistemi di cottura, e permette al professionista di sviluppare una “linea” completa e originale attraverso la lavorazione e il recupero dell’intera materia prima, anche in quelle parti della lavorazione considerate a torto meno nobili e ad oggi dimenticate.

L’ottimizzazione del prodotto:

”L’idea di fondo è quella Ottimizzare l’utilizzo di ogni parte del prodotto, sia nella proposta di piatti popolari che nella ricerca di piatti innovativi, diminuendo così gli scarti che incidono pesantemente sul food cost complessivo per singola unità.

Tendenze e Logiche di mercato:

Nell’attuale scenario della gastronomia e della ristorazione Italiana e soprattutto in questo momento socio economico, la riscoperta di valori antichi, anche e soprattutto attraverso la cucina, ci mettono nelle condizioni di riuscire a creare nuovi modelli di business che trovano i loro punti di forza nella tecnica, nel gusto e nel recupero.

Struttura del corso:

Quotidianamente la lezione sarà suddivisa in due parti da 4 ore ciascuna.

Percorso didattico della cucina tradizionale, innovativa e delle tecniche di base è a cura dello chef Chef Antonio Chiappini, lo Chef Francesco Fichera proporrà sulla base di prodotti dimenticati, parti di scarto e tecniche primordiali, una nuova visione del gusto.

02 marzo 2014 – lun., mart, merc., giov., – 9,00-18,00 – 12 lezioni – Via della Pineta Sacchetti, 263

http://www.atavolaconlochef.it/…/cu…/pesce-fichera-chiappini

MARKETING DELLA RISTORAZIONE – Chef Andy Luotto, Dott. Andrea Giujusa, Dott. Alessandro Moretti, Dott. Andrea Verzola

Marketing della ristorazione, aspetti tecnici, normativi e fiscali.

Il corso è dedicato ai professionisti della ristorazione, ed è un contenitore di informazioni che permette, non solo di affrontare l’attività di progettazione del “locale “, ma anche di ricevere una serie di informazioni tecniche specifiche, riguardanti, gli aspetti normativi, tecnici e fiscali.

Un percorso didattico completo che analizza il mercato della ristorazione e approfondisce le logiche legate “all’esperienza” del cliente e alla “promessa del locale”, le modalità di analisi della concorrenza, la progettazione degli spazi, la gestione delle risorse umane, le politiche di contenimento dei costi del personale e la formazione dello stesso. Verranno sviluppati temi legati alla progettazione del menù e logiche di food cost.

16 Febbraio – Lun., Mart. Merc., – 15,00-20,00 – 12 lezioni – Via della Pineta Sacchetti, 263

http://www.atavolaconlochef.it/…/corsi-…/marketing/marketing

Per info 06.3222096 oppure info@atavolaconlochef.it

Vi aspettiamo