Farmacie eccellenti : preparazione e scelte strategiche


E’ un momento particolare per le farmacie italiane preparazione-460x300, se non altro perchè ancora non è chiaro come e quando i grandi players entreranno nel mercato e con quale approccio adatteranno il loro modello di business al sistema italiano .Capisco anche che questa attesa crei una sorta di immobilismo da parte di molti titolari ,che, presi dalle moltitudini di alert provenienti dalle varie associazioni di categoria ,piuttosto che da fonti esterne , consulenti compresi , in questo momento non hanno una chiara visione di medio periodo delle reali ricadute di quello che sarà uno scenario destinato , ed è l’unica certezza da cui in questo momento possiamo realmente partire , a cambiare .Probabilmente il modello prevalente con cui ci dovremo confrontare in un futuro prossimo ,che è già realtà , è quello delle reti , o dei network di farmacie ; ma ho la sensazione che almeno per alcuni segnali che arrivano dal mercato , questo modello se non gestito in modo corretto , cioè con uno sguardo molto attento all’evoluzione nel tempo dell’idea di business che lo genera , possa rivelarsi un pericoloso boomerang .Sopratutto, se l’idea di fondo è tesa a generare una ottimizzazione degli acquisti alla fonte ,ma non pone l’attenzione in modo particolare al modello di sviluppo delle rete e di ogni singolo partecipante alla stessa. Che vi siano fenomeni di polarizzazione in atto lungo la filiera è evidente a tutti gli addetti ai lavori, ma nella polarizzazione degli attori principali “le farmacie ” mi chiederei se dovessi partecipare ad una rete se sono veramente preparato per aderire al progetto e se vi partecipo come attore principale o come comparsa di quarta. Quando si affrontano temi così delicati o si decide di “partecipare” è fondamentale “prepararsi” e su questo tema forse vale la pena fare qualche riflessione. Tutti parliamo della necessità di gestire la Farmacia con un approccio diverso , il farmacista imprenditore è il modello a cui si dovrebbe tendere ma la verità è che questo è un processo legato al cambiamento in atto affatto indolore che deve essere facilitato da un sistema di governance interna alla farmacia che metta in stretta correlazione gli aspetti gestionali a quelli legati alle risorse umane impiegate ,che il più delle volte non sono all’altezza del ruolo che ricoprono rispetto a questo preciso momento storico, cosi come il titolare deve essere facilitato nel rideterminare la propria idea di business per rilanciare la propria attività per dare motivazione nuove a se stesso e al suo gruppo di lavoro .La pena ? L’oblio .

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...