Ricominciare una parola d’ordine nuova e complessa ? solo per …farmacisti consapevoli:)

Ricominciare

Il farmacista anaffettivo

Oggi è il giorno dell’ anaffettività , e in questa strana storia ci sta proprio bene ,visto che il termine descrive l’incapacità di stabilire relazioni affettive e di esprimere le proprie emozioni.
Non ti sto parlando di un rapporto di amore , ma anche si , ti sto parlando però del fatto che se non sono realmente interessato a una persona , difficilmente riuscirò a trasferire in modo convincente e caldo quello che penso e ,visto che parliamo di consulenza ,non riuscirò nemmeno a trasferire quelle che sono le cose giuste da fare per lei , per il suo problema , per la sua azienda .

Non so da dove viene l’anaffettività , ma so che spesso è figlia della routine quotidiana.

Uso sempre in apertura di qualsiasi meeting o sessione formativa una frase di Paulo Coelho che recita più o meno così :

” Se non ti piace l’avventura prova la routine è letale !”

Ti dirò anche un’altra cosa , in realtà , serve anche a me perchè in questo lavoro rischi di cadere nella routine , di non essere assonante con le persone , di perdere la cura necessaria per fare interventi efficaci , insomma rischi di essere spento , scarico , in poche parole di non incidere come vorresti.

Ma torniamo a noi , mi è capitato , qualche settimana fa di avere a che fare con un gruppo di “farmacisti collaboratori” che avevano completamente perso il senso del proprio ruolo , imbalsamati dalla routine e con un sacco di punti interrogativi nella testa . Il più grosso era questo :” Ma cosa ci sto facendo qui”?

Quando è capitato a me , ho cambiato immediatamente lavoro , quando capita a un Farmacista Collaboratore l’effetto è devastante e credimi , il cliente , non solo lo percepisce immediatamente , ma te lo fa subito notare nel migliore dei casi , nel peggiore ……” non torna più”.

Non so da dove viene l’anaffettività , ma so che spesso c’è più di un colpevole perchè dietro alla domanda che un collaboratore si pone ” Ma cosa sto facendo qui ? il più delle volte ce n’è un’altra ancora più pericolosa :” Ma tu titolare , dove mi stai portando? Dammi un motivo , ti assicuro me ne basta uno , per cui seguirti ” .