Allergie e menù nuova normativa (da Repubblica articolo di Cristiana Salvagni )

http://www.repubblica.it/salute/alimentazione/2014/11/26/news/il_bugiardino_delle_allergie_ora_entra_nel_menu-101438942/

http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2011:304:0018:0063:IT:PDF

  1. un solo commento veloce , alla luce di questo provvedimento e al modo in cui sarà interpretato ,diventano sempre più centrali non solo il ruolo della conoscenza del tema da parte degli chef e dei gestori , ma anche le modalità di presentazione del menù e la preparazione del personale di sala che dovrà necessariamente essere formato adeguatamente .

    Mi piace

  2. consiglio anche il link http://www.ilfattoalimentare.it/ristoranti-allergeni-usll4.html con alcune importanti precisazioni e standard minimi richiesti ai ristoratori. da cui riporto l’estratto finale :” In ogni caso, dal 13 dicembre prossimo, la comunicazione orale degli allergeni presenti nelle pietanze – salvo il caso in cui siano indicati nel menu – dovrà essere considerato lo standard minimo informativo da assicurare a richiesta del cliente qualunque sia la disposizione nazionale che si adotterà in futuro per questa materia.”

    Mi piace

  3. Da Italia a Tavola :

    In linea di principio, per chi effettua somministrazione il primo canale di informazione deve essere sempre il menu, in cui si deve evidenziare con diverso carattere o corpo la sostanza allergenica presente come ingrediente principale nel piatto oppure presente nel nome del piatto stesso.

    Di seguito le diciture che si consigliano di riportare sia nella prima che nell’ultima pagina del menu:
    “Gli alimenti presenti nel menu possono contenere tracce di… ” (indicare i tipi di sostanze allergeniche che possono contaminare accidentalmente l’alimento durante la preparazione o la distribuzione oppure in caso di dubbio prevedere l’elenco completo).
    “Il consumatore è pregato di comunicare al personale di sala la necessità di consumare alimenti privi di determinate sostanze allergeniche”.
    “Il personale di sala è a disposizione per fornire qualsiasi informazione in merito alla natura delle materie prime utilizzate ed alle modalità di preparazione dei piatti presenti nel menu”.
    Queste e molte altre le informazioni che gli operatori del settore alimentare devono e sono obbligati a conoscere, per cui si invita non solo a prendere visione del Reg.Ue 1169/2011, ma anche a sviluppare competenze fondamentali per tutelare la propria impresa e la salute dei consumatori, riducendo la presenza in cucina di sostanze allergeniche e le contaminazioni crociate derivanti dalla promiscuità delle lavorazioni e tutelandosi imparando a comunicare con il consumatore sia dal menu che da un corretto approccio verbale da parte del personale di sala.

    http://www.italiaatavola.net/articolo.aspx?id=37181

    Mi piace

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...